Cannabis legale – I benefici del CBD

Ormai lo sanno quasi tutti che anche in Italia è stata legalizzata la vendita e l’uso della cosiddetta cannabis light; questo tipo di cannabis è legale perché ha un basso contenuto di THC, tetraidrocannabinolo dagli effetti psicotropi. La marijuana legale viene ricavata da infiorescenze femminili di Canapa Light Sativa che ha una bassa presenza di THC (sotto lo 0,6%)  ma possiede, invece, CBD, il cannabidiolo che ha effetti rilassanti. Non si tratta, quindi, di utilizzare la cannabis per “sballarsi” perché la bassa concentrazione di THC impedisce effetti quali, ad esempio, la fame chimica, cambiamenti di umore o di comportamento. Da sempre si è prestata attenzione al THC per i suoi effetti psicoattivi e questo ha reso la cannabis illegale. Ma le varietà di marijuana legale con basso THC e varie concentrazioni di CBD possono aiutare a risolvere anche problemi di salute.

CBD: il cannabinoide buono e giusto

Forse non tutti sanno che utilizzare canapa legale offre numerosi benefici. Ultimamente il mondo della medicina si è dedicato alle proprietà del CBD e ai suoi effetti su varie problematiche fisiche e mentali. Si è scoperto che noi abbiamo un sistema endocannabinoide con dei recettori che reagiscono a sostanze cannabinoidi prodotte dal nostro organismo simili ai cannabinoidi presenti nella cannabis. La presenza di questo sistema nel nostro organismo fa sì che l’assunzione di cannabidiolo stimoli il sistema immunitario.

Quali sono i benefici della cannabis legale?

Diversi studi medici hanno provato che il CBD ha numerosi effetti benefici e può essere utile per alleviare alcuni problemi di salute, grazie alle sue proprietà analgesiche, ansiolitiche, antinfiammatorie e antidepressive. Anche l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha espresso a Novembre del 2017 il suo parere positivo in un rapporto che tratta del cannabinoide CBD. La cannabis usata per uso terapeutico è utile anche per trattare e alleviare i sintomi di alcune malattie quali, ad esempio, l’epilessia, le infiammazioni dell’intestino, gli stati d’ansia.

Il CBD è un antinfiammatorio

Una proprietà benefica del CBD è quella di ridurre il dolore e le infiammazioni. Agendo sul nostro sistema endocannabinoide stimola alcuni recettori e produce un effetto analgesico.

Cannabis Light e insonnia

Il cannabidiolo presente nella cannabis legale ha proprietà rilassanti e si è rivelato un potente alleato per chi ha problemi ad addormentarsi. Assumere cannabidiolo aiuta a migliorare il sonno ed evita che si verifichino episodi di insonnia.

CBD e ansia

La cannabis a basso contenuto di THC aiuta anche a controllare i problemi di chi soffre di ansia. Riesce a controllare e regolare l’umore, agisce anche su stati d’ansia importanti quali il Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS) e il Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC). Aiuta anche a evitare di cadere nella depressione.

Allevia i sintomi della schizofrenia

Il cannabidiolo può aiutare a regolare alcuni sintomi della schizofrenia. L’assunzione di cannabis legale con CBD riuscirebbe ad agire su alcuni pazienti che non riescono a mantenere sotto controllo i loro sintomi con i medicinali.

Infiammazioni dell’intestino

Le proprietà antinfiammatorie del cannabis legale si possono utilizzare anche per combattere i sintomi delle infiammazioni dell’intestino, come le coliti ulcerose e il Morbo di Chron, agendo sul dolore addominale e sulla diarrea.

CBD e nausea

È efficace anche per quanto riguarda la nausea e il vomito avendo delle proprietà antiemetiche; può quindi aiutare le persone che si sottopongono a trattamenti chemioterapici.

 


SCONTO DEL 15% DA SPENDERE SUL NOSTRO SITO
E rimani aggiornato su nuovi prodotti e promozioni.
ISCRIVITI
Lasciandoci la tua email acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali che avverrà nel rispetto della PRIVACY POLICY ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 679/2016
 
close-link
Spezioni gratuite per ordini superiori ai 99 Euro. Consegne su Roma in 75 minuti, chiama lo 328 743 0507 e scopri come!